Nuova Opera-en

piatto con putto e motto
Bottega dei Patanazzi Urbino, XVI sec. Maiolica policroma , cm 23 x 3,2 inv. 17745

Il piatto è confluito nelle raccolte della Galleria Estense per acquisto da parte dello Stato, come parte della credenza commissionata da Alfonso II d’Este per le sue nozze con Margherita Gonzaga nel 1579.
Il sontuoso apparato per banchetto nuziale, che comprendeva almeno quattordici diverse fogge, è riconoscibile in svariate collezioni museali italiane e straniere per la presenza dell’impresa alfonsiana, la fiamma racchiusa dal cartiglio a forma di lira con motto ARDET/ AETERNVM. L’apparato decorativo assai simile nei piatti riunisce le caratteristiche dell’istoriato e della decorazione a grottesche. Un paesaggio fluviale con puttino seduto in atteggiamento di riposo, è racchiuso entro una delicata decorazione a grottesche, dove si alternano in simmetria cariatidi che sostengono veli, leoni rampanti, uccelli fantastici, arpie con dadi da gioco, in un sottile simbolismo, ora sfuggente.

Would you like to create your own Visit Path of the works of art? Discover how!
Close
No item found
  • image