Nuova Opera-en

vergine e san giovanni
Justus Glesker Hameln, circa 1615 – Francoforte, 1681 Avorio , h cm 23 inv. 8325, 8326

Le due statuette giunsero in Galleria insieme al cospicuo lascito del marchese Obizzi del Catajo. Glesker, scultore in legno e in avorio, compì un importante soggiorno di studio in Italia, soggiornando lungamente a Roma dove ebbe modo di studiare la scultura classica e rinascimentale, ma anche quella contemporanea, venendo in particolare suggestionato dai capolavori del fiammingo Francois Duquesnoy, di cui le statuette di Modena conservano i ritmi fluidi e avvolgenti. Le due statuette della Galleria sono modellate su due analoghe figure lignee scolpite da Glesker fra il 1648 e il 1649 all’interno del gruppo della Crocifissione conservata nel Duomo di Bamberga.

Would you like to create your own Visit Path of the works of art? Discover how!
Close
No item found
  • image