Coppa con Apollo e Dafne

coppa con apollo e dafne
Giovanni Battista dalle Palle Maiolica policroma istoriata , cm 26 x 5 inv. 1997

All’interno della coppa umbonata e baccellata (“crespina”) si svolge una scena ambientata in un paesaggio fluviale: lungo un sentiero Dafne, nuda con il mantello svolazzante raccolto sulla spalla destra, fugge da Apollo che sta per afferrarla, e si tramuta in albero. Il dio è rappresentato in corazza da parata, mantello e calzari. In alto Eros in volo sta per scoccare la sua freccia d’amore verso la ninfa in fuga.
All’interno del piede è dipinta in bruno chiaro la legenda in italiano volgare: Dafane/ e Apolo.
Il tema rappresentato, tratto dalle Metamorfosi di Ovidio (I, 548-567), trova una derivazione iconografica, con varianti, da un bulino del maestro del Dado, attivo tra il 1532 e il 1550, di cui un analogo esemplare si conserva nel Gabinetto delle Stampe della Pinacoteca Nazionale di Bologna (inv. M193/1043). I temi mitologici, come quelli storici, tratti dalle opere letterarie dell’antichità classica erano apprezzati e richiesti in diverse forme artistiche dai committenti delle corti.

Vuoi creare un tuo percorso di visita delle opere? Scopri come!
Chiudi
Nessun elemento presente
  • image