Scrittoio da viaggio

scrittoio da viaggio
Attribuito a Leone Leoni Milano (sec. XVI) Legno, bronzo, argento, tessuti, pietre , cm 59,2 x 89,5 x 43,7 inv. 2425

Questo meraviglioso scrittoio portatile appartenne a Ferrante Gonzaga, luogotenente dell’imperatore Carlo V in Italia, e giunse agli Este per via ereditaria dopo la morte nel 1749 di Giuseppe Maria Gonzaga di Guastalla, figlio di Ferdinando e di Maria d’Este. L’esuberante e raffinatissima decorazione in metallo a sbalzo è stata attribuita alla bottega del grande scultore Leone Leoni, che fu legato a Ferrante da un significativo rapporto di committenza. Le statuine d’argento dorato che popolano le nicchie della facciata interna (organizzata come una frons scenae di teatro) sviluppano tre temi iconografici: la gloria delle armi e della virtù militare, i frutti della pace e del buon governo, i piaceri dell’amore.

Vuoi creare un tuo percorso di visita delle opere? Scopri come!
Chiudi
Nessun elemento presente
  • image