L’incoronazione della Vergine e santi

Incoronazione della vergine
Agnolo degli Erri; Bartolomeo degli Erri Modena, documentato dal 1441 al 1497; Modena, documentato dal 1460 al 1479 Tempera su tavola , cm. 288 x 220 inv. 3337

Eseguito fra il 1462 e il 1466 da Agnolo e Bartolomeo degli Erri per la Compagnia della Morte di Modena, il polittico fu venduto nel 1577 e acquistato dalla Galleria Estense nel 1884 per opera del giovane Adolfo Venturi, che l’aveva rintracciato nella chiesa di Cassano di Polinago.

Sospesa fra la fedeltà alla tradizione locale e l’adesione alla nuova cultura rinascimentale toscana, la pala è una delle opere più alte del Quattrocento modenese: seppure la meravigliosa carpenteria, conservatasi quasi intatta, riproponga la consueta struttura del polittico tardogotico diviso in scomparti, l’unità dell’assieme è raggiunta attraverso la precisa costruzione prospettica e la diffusa luminosità che pervade l’opera. Discendenti da una famiglia di lunga tradizione artistica, Agnolo e Bartolomeo degli Erri contribuirono alla diffusione delle forme rinascimentali in Valle Padana costituendo il parallelo modenese all’opera rinnovatrice di Francesco del Cossa e Marco Zoppo a Ferrara e a Bologna.

Vuoi creare un tuo percorso di visita delle opere? Scopri come!
Chiudi
Nessun elemento presente
  • image