Madonna con Bambino tra i Santi Giorgio e Michele Arcangelo

madonna con bambino tra i santi
Giovanni di Niccolò Luteri, detto Dosso Dossi Tramuschio (Mirandola), 1486 - Ferrara, 1542 Olio su tavola , cm 283 x 177 inv. 437

Non esistono documenti ad attestare la data di esecuzione e la committenza di quest’opera presumibilmente eseguita dall’artista verso il 1518 su commissione del duca Alfonso I d’Este per la chiesa di S. Agostino a Modena.  Questa grande pala d’altare fu trasferita nelle collezioni estensi nel 1694 per volere del duca Francesco I d’Este. Con il passaggio nella quadreria estense il dipinto cambiò destinazione d’uso, da “pala d’altare” centinata assunse la forma rettangolare, più corrispondente ai gusti di una quadreria. La composizione è suddivisa in due sezioni: una superiore più ristretta, dove compare la Madonna con il bambino che poggia su di uno spicchio di luna, simbolo dell’Immacolata Concezione (Madonna dell’Apocalisse), l’altra inferiore con San Michele Arcangelo, trionfante sul demone sconfitto che spira il suo ultimo alito mortifero e san Giorgio, santo caro agli Estensi, che rappresenta il cristiano militante che sconfigge il drago/male che giace ai suoi piedi. La composizione è chiaramente riferibile a opere di Raffaello, come la Madonna di Foligno e la Santa Cecilia, da poco (1515) giunta a Bologna, che divenne subito modello d’insegnamento classicista del grande maestro in terra padana.

Vuoi creare un tuo percorso di visita delle opere? Scopri come!
Chiudi
Nessun elemento presente
  • image