Collezioni

Le collezioni conservate in deposito nel Palazzo Ducale di Sassuolo testimoniano il mecenatismo illuminato degli Estensi e l'importanza che la residenza ricopriva nell'organizzazione della corte.

Negli appartamenti del piano nobile del Palazzo sono esposte centinaia di opere d’arte della Galleria Estense di Modena, alcune delle quali hanno un legame con l'edificio stesso fin dal tempo del suo ideatore, il duca Francesco I d'Este. Oltre ai dipinti e alle sculture presenti negli Appartamenti del Duca e della Duchessa, o nelle Camere di Francia e di Spagna, di recente sono state aperte al pubblico le tredici nuove sale che completano il percorso del piano nobile. Restaurate fra il 2009 e il 2012 con finanziamento ministeriale, tra il 2014 ed il 2015 vi sono stati allestiti oltre 300 dipinti e 60 sculture provenienti dai depositi della Galleria Estense, molta parte dei quali finora mai esposti.

Tali opere sono di qualità diversa e in stato di conservazione non sempre ottimale, e sono spesso ancora da studiare per stabilirne l’autore, la datazione o la provenienza. Troviamo opere importanti, eseguite da artisti conosciuti e con provenienze sicure, ma anche opere di qualità più modesta, delle quali non abbiamo notizie precise. Non si tratta dunque di un allestimento basato su principi museografici e storico-artistici rigorosi, ma di una sorta di deposito visitabile, una study collection disposta secondo un prevalente ordine cronologico che privilegia soprattutto la visibilità di materiali fino ad oggi chiusi in deposito.

Tra i pittori presenti si segnalano Domenico Carnevali, Lavinia Fontana, Giacomo Cavedone, Elisabetta Sirani, Francesco Stringa, Benedetto Gennari, Sisto Badalocchio, Bernardo Strozzi, Giovan Battista Crespi, Giacomo Zoboli, Francesco Vellani e Adeodato Malatesta. Tra le sculture si annoverano molti busti di imperatori e altri soggetti profani (divinità giocose come Venere con gli amorini o Bacco), o mitologici (quali Apollo e Marsia, o i miti di Arianna e Psiche).

Nell'Appartamento stuccato è visibile la collezione MONOCHROMATIC LIGHT: opere monocrome di Winston Roeth, Anne Appleby, Timothy Litzman, Lawrence Carroll, David Simpson, Phil Sims e Ettore Spalletti, sistemate nelle cornici in stucco esistenti nella quale vi erano gli antichi dipinti delle collezioni ducali, ora per la maggior parte perduti. I 51 dipinti sono stati appositamente commissionati da Giuseppe Panza di Biumo per questi ambienti e donati al Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Le opere sono state allestite nel settembre del 2001.

 

 

Sedi

Chiudi
Nessun elemento presente
  • image