Capriccio italiano con approdo fluviale

Robert
Hubert Robert Parigi, 1733 - 1808 Olio su tela, cm 100 x 138 inv. 417

Giunto a Roma ventunenne, nel 1754, Robert visita l’Italia per un decennio assimilando indelebilmente il carattere mediterraneo dei paesaggi e della luce, e la presenza maestosa dell’architettura e delle rovine dell’antichità. Ispirato anche dall’amicizia con Jean-Honoré Fragonard, supremo maestro del rococò francese, in Italia coltiva un genere di veduta dove i meravigliosi paesaggi sono contaminati da edifici di fantasia o da celebri monumenti estrapolati dal loro contesto originario. È il caso anche della coppia di tele (invv. 417, 418) giunte in Pinacoteca a seguito dell’acquisizione statale della collezione Sacrati Strozzi (1992), e databili proprio al periodo romano dell’artista: in questa, lungo un ombreggiato scorcio fluviale trovano ristoro minuscoli personaggi abbigliati alla moda, dominati dalla natura lussureggiante resa con magistrale dominio dei valori luministici e atmosferici, in linea con la migliore tradizione francese moderna, da Nicolas Poussin a Claude Lorrain.  

Vuoi creare un tuo percorso di visita delle opere? Scopri come!
Chiudi
Nessun elemento presente
  • image