Colore e Musica. Una relazione indissolubile

Pinacoteca Nazionale

Ferrara

PNF sale
per Tutti, per Studiosi

Intorno al colore: conferenza

Relatore Fabrizio Festa 

con gli interventi musicali di MaterElettrica (Conservatorio di Musica "Duni" di Matera)

 

Venerdì 6 dicembre, alle ore 17.00, nel Salone d’Onore della Pinacoteca Nazionale di Ferrara, per il ciclo dedicato al tema del colore, il musicista Fabrizio Festa ci parlerà di “Colore e Musica. Una relazione indissolubile”. La conferenza sarà arricchita dagli interventi musicali di MaterElettrica/Scuola di Musica Elettronica e Applicata del Conservatorio di Musica “Duni” di Matera.

Nel corso della storia della musica occidentale si possono individuare tre grandi ambiti d’intersezione: musica e testo, musica e geometria, musica e colore. Spesso tali ambiti si sono sovrapposti tra loro, altre volte i percorsi sono rimasti paralleli, se non addirittura divergenti. Il caso del rapporto tra musica e colore è, da questo punto di vista, estremamente interessante. Ha mantenuto una sua autonomia, valorizzando anche alcuni elementi lessicali - quali “tonalità” e “cromatismo”, presenti in entrambi i vocabolari - mentre testo e geometria si sono molte volte incrociati. Due i versanti principali che hanno caratterizzato il rapporto tra musica e colore: quello della comparazione fisica (a cominciare da Newton) e delle applicazioni che da questa comparazione potevano derivare, quello dell’accostamento emotivo, fondato sia sua base estetica, sia su base psicologica. Raramente le ricerche in questi due settori si sono incontrate, se non nel determinare poi gli esiti delle opere d’arte “musi-cromatiche”. Di questo affascinante itinerario si evidenzieranno alcune tappe, accentando di volta in volta gli elementi maggiormente suggestivi.

Laureato in filosofia, Fabrizio Festa è attualmente docente presso il Conservatorio di Musica “Duni” di Matera. Giornalista, compositore, direttore d’orchestra, tastierista, si dedica parimenti alla ricerca (musicologia, Music design, informatica) e alla divulgazione scientifico-musicale. E’ tra i fondatori di MaterElettrica. Tra le sue pubblicazioni, i saggi “Musica: usi e costumi” (Pendragon, Bologna, 2008) e “Musica. Suoni, segnali, emozioni” (Editrice Compositori, Bologna, 2009).

 

 

L’ingresso alla sola conferenza è gratuito.

Quando