ID: 715 - Josquin 500 -

Josquin 500

Pinacoteca Nazionale

Ferrara

6. ODH Mirror Fabio Fiandrini
per Tutti

 

Dopo il primo appuntamento nello scorso aprile, prosegue il Focus di approfondimento che Ferrara Musica dedica a Josquin Desprez: domenica 3 ottobre alle 16 il celebre polifonista fiammingo sarà celebrato nel Salone della Pinacoteca Nazionale di Ferrara, a Palazzo dei Diamanti, nel 500° centenario della morte, da un concerto dell’Ensemble Vocale Odhecaton diretto da Paolo Da Col, con in programma il Miserere, la Missa Hercules Dux Ferrariae e alcuni dei suoi maggiori Mottetti.

Il Focus dedicato a Josquin, come quello analogo incentrato su Frescobaldi, rientra nell’idea del direttore artistico di Ferrara Musica Enzo Restagno di volersi riallacciare ai secoli d’oro della vita culturale ferrarese, ritrovando così le radici musicali della storia cittadina attraverso i più celebri compositori che vissero e furono attivi a Ferrara: le loro partiture infatti vengono proposte ed eseguite proprio nei magnifici palazzi in cui vennero con ogni probabilità eseguite e ascoltate per la prima volta.

 

Paolo Da Col è finissimo e sensibile interprete e studioso di musica antica, specializzato nell’esecuzione della musica rinascimentale e preclassica. L’ensemble Odhecaton, sin dal suo esordio nel 1998, ha ottenuto alcuni dei più prestigiosi premi discografici e il riconoscimento, da parte della critica, di aver inaugurato nel campo dell’esecuzione polifonica un nuovo atteggiamento interpretativo, che fonda sulla declamazione della parola la sua lettura mobile ed espressiva della polifonia. L’ensemble vocale deriva il suo nome da “Harmonice Musices Odhecaton”, il primo libro a stampa di musica polifonica, pubblicato a Venezia da Ottaviano Petrucci nel 1501. Il suo repertorio d’elezione è rappresentato dalla produzione musicale europea tra Quattro e Seicento. Odhecaton riunisce alcune delle più scelte voci maschili italiane specializzate nell’esecuzione della musica rinascimentale e preclassica. Negli ultimi anni l’ensemble ha rivolto grande attenzione alla musica sacra di Claudio Monteverdi e al repertorio contemporaneo.

 

Si accede al concerto con il biglietto di ingresso alla Pinacoteca, fino a esaurimento capienza.

La prenotazione è obbligatoria (tel. 0532 205844).

Quando