Laboratorio d’ascolto: “Il madrigale di fine Cinquecento: tra “parlar disgiunto” e poetica degli affetti”

Pinacoteca Nazionale

Ferrara

Pinacoteca Nazionale Foto Silvia Gelli 19
per Tutti

Laboratorio d’ascolto a cura di Nicola Badolato

 in collaborazione con Associazione Culturale Bal’danza

In occasione dell’esposizione temporanea della tela del Guercino “Et in Arcadia Ego” la Pinacoteca Nazionale di Ferrara, in collaborazione con l’Associazione Culturale Bal’danza, organizza un ciclo di laboratori di ascolto musicale aperti ad un numero limitato di visitatori dal titolo “Sacri e profani musicali affetti. Voci e strumenti al tempo del Guercino” e che hanno come tema principale l’analisi della musica a cavallo tra la fine del Cinquecento e la prima metà del Seicento. Sarà nuovamente Nicola Badolato, musicologo esperto di musica antica e barocca, professore di Musicologia e Storia della Musica all’Università di Bologna, a condurci per mano in quell’articolato mondo che si muove dagli esiti estremi del madrigale di sapore cinquecentesco sino ad arrivare agli albori del melodramma, con i madrigali “rappresentativi” di Claudio Monteverdi.    

 

Progetto in collaborazione con il Conservatorio “Frescobaldi” di Ferrara e Bal’danza: si realizza con il coinvolgimento delle Classi di Composizione e di Musica Antica del Conservatorio di Musica Girolamo Frescobaldi di Ferrara in collaborazione con l’Associazione Culturale Bal’danza, e prevede la stesura, da parte degli studenti coinvolti, di partiture che richiamano i temi esposti nella tela del Guercino, rivisitati in chiave contemporanea. Al termine del progetto, le partiture scritte verranno eseguite dagli studenti del Conservatorio in un concerto che si terrà sabato 16 gennaio 2020 alle ore 16.00.

 

Ai laboratori si accede con il biglietto di ingresso alla Pinacoteca (intero 6€, ridotto da 5€ a 2€; gratuito per i minori di 18 anni).  

Prima dell’ingresso verrà rilevata la temperatura e sarà obbligatorio indossare la mascherina.

I posti per i laboratori sono limitati, è obbligatoria la prenotazione (con nominativo e recapito telefonico).

I partecipanti firmeranno all'ingresso onde consentire il controllo effettivo delle presenze.

Vige l'obbligo del distanziamento di 1 metro tra le persone (spazio di quattro metri per persona)

I partecipanti devono essere seduti.

Info e prenotazioni: 0532 205844.

 

Quando