Dante illustrato nei secoli. Testimonianze figurative nelle raccolte della Biblioteca Estense Universitaria

17
08

 

«Ogni testimonianza storica del “Dante
visualizzato” è testimonianza di “un’idea
di Dante”: una tappa della storia della sua
fortuna nel tempo e nello spazio»
Lucia Battaglia Ricci, Dante per immagini, 2018

 

Alla ricostruzione di questa storia, necessariamente a grandi linee, con qualche salto e l’attenzione posta al solo mondo dei libri, è dedicata questa mostra, che intende indagare la relazione tra illustrazione e testo dantesco dai primi manoscritti miniati alle edizioni a stampa novecentesche e narrare così la storia della ricezione del poema, che diventa anche storia del libro e storia dell’arte figurativa. La raccolta dantesca della Biblioteca Estense è tanto ricca e diversificata che permette un tale racconto, dai codici miniati alle tavole xilografiche, a Blake, Doré e Scaramuzza, fino ai Nattini, Guttuso Dalí Rauschenberg, per giungere al riutilizzo delle illustrazioni dantesche in un video appositamente realizzato con la partecipazione degli studenti dell’Accademia di Belle arti di Bologna, che diventa l’ultima tappa della fortuna di Dante in Biblioteca.

 

Ingresso gratuito

 

Accesso ai gruppi: massimo 15 persone

 

E' attivo un servizio di visite guidate a pagamento, al costo di 60 euro, massimo 15 persone

 

Biblioteca Estense Universitaria,
Largo Porta Sant’Agostino, 337 – Modena
tel. 059 4395711

 

Orari:
lunedì – giovedì | 9:00 – 18:30
venerdì | 9:00 – 15:30

Aperture straordinarie:

  • venerdì 17 settembre dalle 9.00 alle 19.30 in occasione del Festival Filosofia 2021
  • sabato 18 settembre dalle 11.00 alle 18.00 in occasione del Festival Filosofia 2021
  • sabato 25 settembre dalle 11.00 alle 22.00 in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio

 

#bibliotecaestense
#luogodellincanto

Servizi

Ascensore Ascensore

Bookshop Bookshop

Magazine

TuttiTutti

27/07/2021

I soffitti di Ca’ Pisani: ambizioni giovanili e primi successi di Tintoretto, pittore veneziano

 Aveva poco più di vent’anni Tintoretto, quando dipinse i soffitti di Ca’ Pisani a San Paternian, primo suo grande ciclo decorativo a essere giunto fi...

Leggi tuttoLeggi tutto

15/06/2021

Il Martirio di san Pietro del Guercino, capolavoro di un “mostro di natura”

 Una caratteristica della Galleria Estense di Modena è la presenza di un cospicuo numero di grandi pale d’altare, specialmente seicentesche, che si su...

Leggi tuttoLeggi tutto

19/05/2021

Il rilievo marmoreo con il dio Aion / Phanes

  rilievo marmoreo con il dio Aion / Phanes, prima metà del II secolo d.C. Entrando nella Galleria Estense di Modena, la prima sala che si percorre è ...

Leggi tuttoLeggi tutto