Guardami! Sono una storia ... Paolo Caliari detto Veronese. Marte e Venere con Cupido e un cavallo

 

Il ciclo di mostre dossier Guardami! Sono una storia…, realizzate in collaborazione tra le Gallerie Estensi e il Laboratorio DiDiArt del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Ferrara, è giunto al terzo appuntamento. Il protagonista di questa esposizione è il dipinto Marte, Venere con Cupido e un cavallo di Paolo Caliari, detto il Veronese (Verona, 1528 – Venezia, 1588). La piccola tela, proveniente dalla Galleria Sabauda dei Musei Reali di Torino, mette in scena un momento intimo e passionale tra le due divinità. Veronese si ispira alla tradizione mitologica, reinterpretandola in chiave ironica e allegorica. I due amanti clandestini vengono interrotti dal piccolo Cupido, figlio della dea, che irrompe nella stanza portando con sé un cavallo. L’animale va interpretato come simbolo dei compiti del dio della guerra, momentaneamente trascurati per dedicarsi ai piaceri d’amore. La luce, che illumina i corpi degli amanti e il ricco ambiente in cui si trovano, mette in risalto il vivace cromatismo tipico della produzione artistica del Veronese in un inedito e raro formato di piccole dimensioni: i colori accesi e l’atmosfera mitologica, intima e licenziosa, rendono l’opera un vero gioiello, prezioso e raffinato.

Servizi

Ascensore Ascensore

Magazine

TuttiTutti

27/07/2021

I soffitti di Ca’ Pisani: ambizioni giovanili e primi successi di Tintoretto, pittore veneziano

 Aveva poco più di vent’anni Tintoretto, quando dipinse i soffitti di Ca’ Pisani a San Paternian, primo suo grande ciclo decorativo a essere giunto fi...

Leggi tuttoLeggi tutto

15/06/2021

Il Martirio di san Pietro del Guercino, capolavoro di un “mostro di natura”

 Una caratteristica della Galleria Estense di Modena è la presenza di un cospicuo numero di grandi pale d’altare, specialmente seicentesche, che si su...

Leggi tuttoLeggi tutto

19/05/2021

Il rilievo marmoreo con il dio Aion / Phanes

  rilievo marmoreo con il dio Aion / Phanes, prima metà del II secolo d.C. Entrando nella Galleria Estense di Modena, la prima sala che si percorre è ...

Leggi tuttoLeggi tutto