I santi Sebastiano, Giuseppe, Giobbe e i devoti della famiglia Mori

Nicolò Pisano (Nicolò dell’Abbrugia)

Pisa, 1470 – post 1536

Olio su tavola, cm 236 x 151

Inv. 77

Pinacoteca Nazionale, Ferrara

L’opera è uno dei capolavori del pittore pisano, che qui riesce ad accordare la ricerca di simmetria e il temperamento sentimentale delle figure, caratteristici dalla pittura umbra, con la bellezza del colore e i delicati accordi tonali dei veneti. Le due quinte di edifici in prospettiva digradanti verso lo sfondo derivano della pala di Carpaccio esposta nella stessa sala (inv. 94), mentre la luce tersa del paesaggio e le montagne azzurrine all’orizzonte si ispirano all’opera di Cima da Conegliano e dell’ultimo Giovanni Bellini.