Monumento a Ludovico Castelvetro

XVI-XVIII secolo

Marmi diversi e calcare, h cm 360

Inv. 7193

Museo Lapidario Estense, Modena

Questo singolare monumento fu realizzato a Chiavenna nel 1791, come ricorda l’epigrafe inferiore, per commemorare uno dei più illustri letterati del Cinquecento, Ludovico Castelvetro (Modena, 1505 – Chiavenna, 1571). Massimo interprete dell’aristotelismo e protagonista di una celeberrima polemica con Annibal Caro, morì in esilio gravato dall’accusa di eresia da parte dell’Inquisizione. Le memorie epigrafiche sono incorniciate da colonne sorreggenti un architrave, fiancheggiate da piramidi in marmo Portoro, e in cima un piccolo sarcofago fa da piedistallo al busto ritratto di probabile origine cinquecentesca, forse commissionato a Modena entro il 1554. Tale assemblaggio, dai generici riferimenti all’architettura funeraria, venne acquistato dal Comune nel 1874, e dal 1897 è entrato a far parte del Museo Lapidario Estense.