Ritratto di Francesco I d’Este

Gian Lorenzo Bernini

Napoli, 1598 – Roma, 1680

565

Marmo , cm 98 x 106 x 50

Capolavoro assoluto della scultura di tutti i tempi, il busto venne commissionato a Bernini dal duca Francesco I d’Este tramite il fratello, cardinale Rinaldo, e giunse a Modena il 1 novembre del 1651. L’artista fu costretto ad eseguire l’opera senza conoscere il modello, tramite alcuni ritratti inviatigli da Modena, ma riuscì lo stesso a convogliare in esso il carattere volitivo del duca e al contempo a fare dell’effigie una vivissima rappresentazione della regalità e del potere, oltre che una superba esibizione del suo straordinario virtuosisimo nella lavorazione del marmo. Francesco I ne fu talmente entusiasta da sborsare per esso l’enorme cifra di tremila scudi, quanto il papa Innocenzo X aveva pagato l’artista per la Fontana dei fiumi di Piazza Navona.