Ferrara - Il convivio: una corte a tavola

PNF 144

Pinacoteca Nazionale, Ferrara


Da sempre il convivio è il contesto ideale per la socialità. La tavola è il luogo in cui si condividono i momenti importanti, occasioni come battesimi, matrimoni, persino funerali. Ma non solo. La tavola è da sempre il luogo più conveniente in cui stipulare accordi e alleanze, testare la fedeltà degli amici, mettere fuori gioco gli avversari. Nel Rinascimento, le corti italiane avevano fatto del banchetto una vera e propria arte, e gli Estensi erano rinomati per la ricchezza e originalità dei loro banchetti. Man mano che le regole dello stare a tavola si raffinavano, tutto il banchetto diventava un complesso gioco di ruoli ben attribuiti, la cui regia era affidata a una serie di professionisti del cibo: scalchi, trincianti e coppieri, ma anche artisti, si avvicendavano al servizio del padrone di casa, per dimostrarne la magnificenza. I tavoli erano ornati di ricchi apparati, i servizi di mensa diventavano sempre più opulenti, le portate più numerose. Su tutto, dominava incontrastata la credenza...
Destinatari
Scuola infanzia 5 anni
Scuola primaria
Scuola secondaria I grado
Scuola secondaria II grado

Informazioni e prenotazioni
Sara Piagno 0532/205844
sara.piagno@beniculturali.it
 
Caratteristiche
I ragazzi saranno guidati a osservare alcune opere rappresentanti banchetti e momenti conviviali. Sebbene riferibili a soggetti sacri, le scene sono rappresentate come banchetti della propria epoca. Ciascuno dei personaggi – umani e non – ha un ruolo, che verrà esaminato, insieme a quello degli oggetti esposti a tavola. Alla fine, la classe ricostruirà in piccolo un tavolo da banchetto e la relativa credenza.

Dove
Pinacoteca Nazionale di Ferrara
Corso Ercole I d'Este, 21

Durata
Martedì e giovedì
h. 9.00-10.30; 10.30-12.00

Modalità di pagamento
Visita gratuita

Disdetta
L'eventuale disdetta va trasmessa via email almeno 7 giorni prima della visita.

Visite guidate

Tutti

Scopri di più

Mostre Virtuali

Tutti

Magazine

Tutti

25/02/2020

Venere, Marte e Amore

 Stiamo osservando una delle opere identitarie della Galleria Estense di Modena, uno dei capolavori per cui vale la pena visitare il nostro museo. Fu ...

Leggi tutto

29/01/2020

Gli intrecci della storia: dal busto di Giuseppe Campori alla sala omonima della Biblioteca Estense

Gli intrecci della storia: dal busto di Giuseppe Campori di Ernesto Gazzeri (1891), alle radicali modifiche della sala omonima (1925) in occasione del...

Leggi tutto

18/12/2019

Danzatori d'Arte

  Arte figurativa e danza. Due linguaggi apparentemente distanti, essendo l’uno il contrario dell’altro: tanto l’arte figurativa è destinata ad una fi...

Leggi tutto